La magia di una stella bianca

Star of Bethlehem

Star of  Bethlehem e’ un Fiore di Bach dal potere calmante. Chi ha ricevuto una cattiva notizia, chi ha dovuto affrontare un momento molto doloroso, chi ha subito un’evento sconvolgente o ancora chi si è trovato improvvisamente in una situazione altamente stressante rimane bloccato in uno stato di shock che spesso non riesce a superare. L’elaborazione del lutto, ad esempio, e’ una cosa che può anche non avvenire subito. In un momento di grande dolore la nostra difesa per non soffrire è di evitare di affrontare un sentimento troppo forte, la certezza di non poter sopportare una sofferenza tanto grande ce la fa reprimere e questa si blocca dentro di noi formando una specie di cicatrice nell’anima che torna a far male ogni qualvolta ci imbattiamo in qualcosa che fa riaffiorare l’esperienza subita. Star of  Bethlehem ha il compito quindi di sciogliere i traumi del passato per far rifluire l’energia dentro di noi, ma ha anche la capacità di aiutarci nel momento stesso in cui avviene il trauma, se abbiamo appena avuto un incidente e siamo rimasti scioccati, oppure abbiamo appena appreso una notizia che ci ha procurato angoscia, in questo caso il Fiore lavorerà subito per eliminare il trauma donandoci calma e forza interiore. Questo Fiore fa parte dei 5 rimedi contenuti nel Rescue Remedy, ossia nel rimedio di emergenza.

Stress e Fiori di Bach

La parola stress e’ ormai entrata a far parte delle nostre modalita’ di comunicazione, “mi stressi” o “che stress” o ancora “sono stressato” ma cos’e’ veramente lo stress?
Ci sono molteplici situazioni esterne che possono mettere alla prova il nostro equilibrio psicofisico e le sollecitazioni continue possono indurre il nostro corpo o la nostra mente a reagire in modi differenti. Ad esempio un leggero stress puo’ essere anche positivo perche’ ci fa sentire una parte emotiva che emerge solo se provocata da qualcosa, ad esempio quando dobbiamo sostenere una prova gratificante che ci crea ansia il livello di stress sale, discutere la tesi di laurea o fare un saggio o ancora iniziare un lavoro con persone sconosciute, qui si parla di un’evento in qualche modo elettrizzante e quindi un basso livello di stress che ci fa sentire vivi.
Quando invece gli eventi esterni premono su di noi con delle aspetttive troppo alte ecco che il livello di stress sale ad una soglia molto faticosa, per esempio chi e’ continuamente sottoposto a prove agonistiche o a chi deve dimostrare continuamente di essere all’altezza di un compito o chi ha subito un’intervento preoccupante o subito un’incidente.
Il pericolo vero e’ quando lo stress diventa cronico cioe’ ci logora in continuazione perche’ viviamo una situazione da cui non riusciamo ad uscire, pensiamo a quei matrimoni che si trascinano nell’infelicita’ o alla solitudine che si protrae imperterrita o alle condizioni finanziarie negative che elevano l’ansia a livelli allarmanti e cosi’ via, le cause possono essere tantissime.
Ognuno nella vita di tutti i giorni sperimenta situazioni che possono creare stress piu’ o meno elevato ma ognuno di noi reagisce con proprie modalita’ e con soglie diverse ad eventi comuni. I Fiori possono aiutare molto a stemperare l’ansia che ci opprime e sarebbe meglio utilizzare la floriterapia al primo campanello d’allarme onde evitare che il nostro disequilibrio emotivo sia talmente alto da minare anche il fisico e quindi farci ammalare.
Ci tengo a sottolineare che non esistono Fiori per lo stress ma esistono Fiori per quella reazione emotiva individuale che esprimiamo quando siamo sotto stress. In linea generale possiamo dire che durante un periodo di stress basso, circoscritto ad un’evento particolare,  potremmo vivere uno stato di ansia preventiva in questo caso potrebbe essere utile l’uso del Fiore Aspen, se invece ci sentiamo molto irrequieti e nervosi allora potremo ricorrere ad Impatiens. Se lo stress porta con se depressione c’e’ un Fiore molto importante ed e’ Mustard che togliera’ quella patina di malinconia e tristezza donando pace interiore. Quando lo stress sale ad un livello piu’ elevato allora potrebbe verificarsi un logorio del sistema nervoso che si manifesta con vere e proprie crisi di ansia e di panico non piu’ facilmente controllabili, il Fiore Rock Rose aiuta proprio a rilassare la tensione e a gestire le crisi che si verificheranno con sempre minor frequenza. Se la soglia di stress e’ stata abbondantemente superata avremo una depresione profonda che potrebbe essere migliorata con il Fiore Gorse. Questo Fiore e’ utile per chi non vede piu’ una via d’uscita, e’ sicuro che le cose non potranno migliorare perche’ ha gia’ provato tutto senza risultati. Queste sono alcune indicazioni ma potrei continuare con altri Fiori.
Importante e’ come sempre riuscire a leggersi dentro per capire veramente cosa stiamo provando e di conseguenza troveremo il rimedio floreale giusto per noi.

Ritrovare l’energia perduta

giardini-di-primavera-monet
Monet - Giardini di primavera ©

Tra pochi giorni iniziera’ la primavera e durante un cambio di stagione cosi’ importante spesso ci si sente stanchi e completamente scarichi. Proprio adesso che le giornate cominciano ad allungarsi e il clima ci permette di stare finalmente all’aria aperta, il torpore e la sonnolenza si impadroniscono di noi togliendoci la voglia di fare qualsiasi cosa! Veniamo fuori da un lungo inverno che per alcuni potrebbe essere stato molto impegnativo e stancante. Come riprendere energia? Esiste una pianta millenaria che e’ simbolo di rigenerazione: l’ulivo. Olive e’ il rimedio di Bach per ritrovare l’energia vitale, aiuta a recuperare le forze e a gestirle nel modo corretto. E’ un rigenerante molto efficace anche per chi e’ reduce da una malattia o da una cura che ha portato ad un esaurimento sia fisico che mentale, ma e’ utile anche a chi, dovendo gestire famiglia e lavoro, si sente sfinito perche’ continua ad abusare delle proprie energie. Olive e’ un toccasana per la mente e per il fisico, e’ una sorta di ricostituente e fonte di nuova carica energetica.

Nel repertorio dei Fiori Australiani troviamo Macrocarpa. Questo Fiore e’ un’ottimo rimedio per chi e’ sfinito, esaurito o ha bisogno per svariati motivi di una maggiore resistenza fisica, ad esempio quando bisogna affrontare un periodo di forte stress  lavorativo o di impegno scolastico. Agisce in modo rapido ed e’ consigliato anche per chi e’ in convalescenza ed ha bisogno di recuperare le forze.

Chi assume Olive o Macrocarpa potrebbe riscontrare una maggiore propensione al sonno, un sonno profondo e riposante in ragione del fatto che questo genere di fiori riescono a tirar fuori dal nostro corpo e mente tutta la stanchezza accumulata.

Presto,presto…e’ tardi, e’ tardi!

Il coniglio bianco
Il coniglio bianco

“Presto, presto…è tardi, è tardi” dice il coniglio bianco nella fiaba di Alice nel paese delle meraviglie. Quanti di noi ogni giorno pronunciano una frase simile? Purtroppo questa società non ci permette di prendercela comoda e viviamo in una continua frenesia per arrivare in tempo a far tutto! Si chiama stress…ovviamente ci sono persone molto fortunate che riescono ad essere rilassate in ogni frangente, magari vivono in centri piu’ piccoli, con i servizi che funzionano e il lavoro vicino a casa. Io mi sento molto spesso il coniglietto bianco di Alice, fin dal mattino sono in ritardo per portar le bimbe a scuola e quindi sono in ritardo per il lavoro, e poi c’è una coda di macchine che non finisce piu’ e inoltre quel signore la’ davanti va pianissimo e io sono in ritardo! Si, la tensione nervosa e l’impazienza a volte prendono il sopravvento e si vorrebbe che il mondo girasse tutto alla nostra velocità. Ognuno ha la sua storia, fatta di treni o tram che non arrivano mai all’ora giusta, o fatta di persone accanto a noi che non riescono a far le cose velocemente come vorremmo, ed e’ insopportabile ascoltare qualcuno che per dirti una cosa ci mette un’ora, per non parlare della coda alla cassa per pagare, ma possibile che la cassiera sia cosi’ lenta? Poi torniamo a casa e mentre prepariamo la cena facciamo andare una lavatrice e ascoltiamo la lezione di storia per domani e non tolleriamo chi non sta dietro al nostro ritmo, infatti il nostro motto e’: chi fa da se fa per tre! Ma come fare per riportare i nostri ritmi ad un livello piu’ umano? C’e’ un Fiore di Bach che io adoro ed e’ Impatiens, e mai nome fu piu’ azzeccato! E’ proprio il Fiore per gli impazienti, gli intolleranti, per le persone nervose che vanno sempre di fretta e non sopportano chi e’ piu’ lento di loro nello svolgere compiti o mansioni. Queste persone potrebbero soffrire di cervicale perche’ la tensione tende a bloccare. Impatiens dona la pazienza, ci insegna ad aspettare i tempi degli altri e a vivere con piu’ tranquillitaà e rilassatezza. E’ un’ottimo Fiore per gli ansiosi.