La routine che spegne il rendimento

Affrontare una nuova giornata a volte puo’ essere faticosissimo quasi come scalare una montagna, tantissime persone soffrono sempre piu’ di frequente  della sindrome del lunedi’ mattina. Ma da cosa dipende questa stanchezza mentale che limita le nostre giornate facendoci sentire svogliati, esauriti e senza energia?… La routine…la nostra societa’ ci porta a vivere come dei cricetini sulla ruota, ci alziamo alla mattina e siamo gia’ stanchi al pensiero delle innumerevoli faccende da sbrigare e corse per riuscire ad arrivare a fare tutto e sono sempre le solite cose che non ci danno stimoli nuovi. Piu’ subentra questo stato negativo di spossatezza e piu’ non abbiamo piu’ voglia di muovere nemmeno un mignolo, ecco allora che alla richiesta di uscire di casa per andare per esempio al cinema o fuori a mangiare risponderemo con un forse e poi ce ne staremo beatamente sul divano a non far nulla! E’ una stanchezza di tipo mentale che sfocia in un esaurimento a livello energetico, ma basta che la routine sia spezzata da un evento inatteso ed ecco rifiorire la voglia di vivere, le energie si rimettono a fluire armoniosamente dalla mente al corpo e una nuova freschezza ci pervade. Il Fiore di Bach per questo stato emotivo e’ Hornbeam. L’aiuto che puo’ dare questo Fiore e’ quello di dare una nuova spinta nella vita quotidiana e di riequilibrare i vari livelli energetici in tal modo da riuscire ad apprezzare e ad affrontare qualsiasi cosa accada nella  giornata con una ritrovata vitalita’.

Volersi bene…

narciso-caravaggio
Caravaggio - Narciso ©

Volersi bene, si! Questa e’ la base secondo me per vivere sereni perche’ quando abbiamo una buona autostima riusciamo a stare bene con noi stessi e migliorano i rapporti con gli altri. Spesso si creano situazioni che inevitabilmente ci portano a perdere fiducia nelle nostre capacita’ e cominciamo a domandarci se siamo all’altezza dei compiti che dovremmo svolgere, il senso di inferiorita’ si fa strada piano piano e cominciamo a stimare eccessivamente le altre persone come se noi fossimo degli incapaci assoluti. Non si tratta di pessimismo ma di sentirsi  inadeguati e di un’autolimitazione che ci infliggiamo a prescindere, senza nemmeno metterci alla prova. La rinuncia e’ l’unico modo per non vedere un eventuale fallimento. Invece no! Bisogna affrontare con coraggio la vita, anche quando le situazioni sono difficili, e’ meglio tentare piuttosto che rimanere al palo a guardare. Per superare questo schema mentale negativo possiamo farci aiutare da un Fiore di Bach, Larch, questo rimedio dona fiducia, determinazione e sicurezza in modo tale da riuscire ad affrontare le prove con slancio.

Anche nel repertorio dei Fiori Australiani c’e’ un Fiore che aiuta tantissimo a riprendere fiducia in se stessi, si chiama Five Corners. L’aiuto che arriva da questo Fiore e’ l’accettazione dei propri limiti, l’amore per se stessi, e la fiducia nell’affrontare il mondo esterno.