Quell’inspiegabile depressione

Salvador Dali' - Ragazza alla finestra ©

La tristezza ci sorprende all’improvviso senza un motivo apparente, diventiamo cupi e la depressione si fa strada dentro di noi. Ma perche’? Stiamo bene, non c’e’ nulla di cosi’ grave che ci possa far preoccupare eppure una nube nera si posa sopra di noi, dentro di noi e il nostro mondo si tinge di tonalita’ scure. Sono momenti, per fortuna passeggeri, che ci creano pero’ un disagio interiore, e’ come se all’improvviso si spegnesse la luce. Eppure tutti ci dicono che siamo fortunate/i che non ci manca nulla, che dalla vita abbiamo gia’ ottenuto tanto ed in effetti non c’e’ un motivo reale per cui essere depressi, ma non possiamo farci niente, le lacrime salgono agli occhi e la nostra vita sembra essere vuota e infelice. E’ la sensazione che sperimentano alcune donne nel periodo post-parto, il baby blues, una tristezza infinita dovuta al senso di inadeguatezza per il nuovo ruolo. Anche in questo caso non ci sarebbe nulla per cui essere malinconici, una donna in quel periodo dovrebbe essere strafelice, e’ appena diventata mamma, ha una meravigliosa creatura da cullare, eppure sembra tutto nero! Cosi’ come la sindrome premestruale e’ spesso accompagnata da sbalzi d’umore inspiegabili. Anche la persona meteopatica soffre di depressioni improvvise, quando cambia il tempo e il cielo si fa nero anche l’umore sprofonda in un baratro.

Nel repertorio dei Fiori di Bach c’e’ un Fiore definito il Fiore della luce ed e’ Mustard. Questo Fiore libera l’anima da quella nube nera che si era insinuata e fa ritrovare i colori brillanti che fanno parte della nostra vita, riportando gioia e serenita’.