Astrologia e Fiori di Bach: Cancro

Clematis

Clematis, in italiano Clematide, fa parte della categoria
“Mancanza di interesse per il presente”

Il Dr. Bach nel testo originale “I dodici guaritori e altri rimedi” definisce questo Fiore così’: “Per i sognatori, per gli addormentati, per coloro che non sono mai completamente svegli e non provano nessun interesse particolare verso la vita. Persone tranquille, non propriamente felici della loro condizione e che vivono piu’ nel futuro che nel presente, sperando sempre in tempi più felici, in cui potranno realizzare i loro ideali. Nella malattia, fanno pochi sforzi o addirittura nessuno per guarire. In certi casi possono arrivare a desiderare la morte per raggiungere una vita migliore oppure di ritrovare, forse, una persona cara che hanno perduto.”

Clematis fa parte dei 12 Guaritori cioe’ dei primi 12 Fiori che il dr. Bach scoprì. Una delle intuizioni che aveva avuto il Dr. Bach era quella che ognuno dei 12 guaritori avesse caratteristiche affini ad un segno zodiacale.

Cancro

Il guaritore del Cancro e’ Clematis.

Il Cancro, dotato di una grande carica emotiva, è  il primo dei segni d’acqua. Dominati dalla Luna i cancerini soffrono di un’ umore altalenante e l’influenza del pianeta li rende capricciosi e mutevoli anche nel corso della stessa giornata. Sono molto attaccati alle proprie radici, al passato, agli affetti e alla propria casa in cui si rifugiano volentieri quando la realtà circostante non corrisponde alle loro aspettative. Prerogativa del segno è  il forte senso materno infatti sanno essere molto protettivi nei confronti delle persone a cui vogliono bene, dolci e generosi possono però diventare molto permalosi e chiudersi nel loro guscio. La loro ipersensibilità unita ad un carattere nostalgico e un pò malinconico non gli permettono un facile adattamento alla realtà ed è  in questi momenti che possono oscillare tra due mondi, quello esterno in cui non trovano pace e quello interiore fatto di sicurezze a cui aggrapparsi e di speranze, di sogni, di progetti e di ideali. Il Fiore di Bach Clematis lavorerà proprio su questa tendenza ad isolarsi in uno stato di assenza e distacco dalle cose reali, aiuta a superare i momenti di perdita di contatto con la realtà che provocano distrazione, deconcentrazione e stanchezza emotiva con conseguente sonnolenza. La natura dei nati sotto il segno del cancro come dicevamo è molto proiettata sulle sue origini, sul passato e la nostalgia da cui spesso è invaso mi porta a pensare che anche il Fiore di Bach Honeysuckle potrebbe aiutarli a rimanere piu’ nel presente, a contatto con la realtà quotidiana.

Quanta timidezza!!

Quanta timidezza!
Quanta timidezza!

Affrontare nuove situazioni , relazionarsi con persone con cui non si ha confidenza, entrare in ambienti sconosciuti possono essere ostacoli insormontabili , dei macigni che bloccano i bambini in uno stato di estrema introversione. Conosco bene il problema perche’ una delle mie figlie ha questa caratteristica caratteriale. Qui non si tratta infatti di un comportamento transitorio, ma di una parte del nostro carattere che puo’ bloccare la normale vita di relazione. Quando i bambini sono molto piccoli la timidezza puo’ essere scambiata per tranquillita’ , ma entrando nell’eta’ scolare cominciano ad emergere le prime avvisaglie. L’ impatto con le maestre e i compagni diventa insostenibile e la prima reazione visibile e’ il classico pianto prima di andare a scuola o appena arrivati in classe. Ma da genitori pensiamo che sia assolutamente normale che un bambino di 3 o 4 anni si comporti cosi’ e cerchiamo di rassicurarli tutte le mattine fino a che apparentemente sembrano accettare di stare a scuola. Ma non sono mai rilassati, parlano poco in classe e le maestre ci dicono che sono molto timidi. Pazienza diciamo noi, e’ il loro carattere!! Quando pero’ a 6 anni comincia la scuola, il problema si ripresenta ancora piu’ forte. L’impatto con la scuola elementare e’ molto diverso perche’ subentrano delle nuove aspettative riguardo il rendimento scolastico, ogni giorno i bambini vengono messi alla prova e tutto questo in un carattere introverso crea ancora piu’ insicurezza e quindi chiusura. Mia figlia durante le prime due settimane di scuola, piangeva tutte le mattine da quando arrivava a scuola e per parecchie ore della giornata, in poco tempo con l’ausilio dei Fiori ho risolto il problema e lei ora va a scuola davvero serena.
Vediamo allora quali possono essere i rimedi floreali che possono aiutare questi fragili bambini a diventare dei leoncini coraggiosi!!

Nel repertorio dei Fiori di Bach un grande aiuto ci viene da Mimulus. Questo fiore infonde coraggio, rassicura, toglie le paure di origine conosciuta. I bambini saranno meno timidi, piu’ sicuri nel gestire le loro debolezze e le loro paure. Singolarmente poi bisognera’ valutare quali altre emozioni correlate emergono, ad esempio alcuni bambini che non riescono a separarsi dalla mamma o dal papa’ potrebbero aver bisogno anche di Red Chestnut, altri che non riescono a controllare le loro emozioni e scoppiano in un pianto inconsolabile potrebbero aver bisogno anche di Cherry Plum.

Nel repertorio dei Fiori Australiani troviamo Dog Rose, un Fiore utilissimo per riequilibrare una personalita’ emotiva, timida, timorosa, fragile che ha bisogno di continue rassicurazioni.