La Floriterapia oltre Bach

Richard Kats e Patricia Kaminski

Richard Kats e Patricia Kaminski

Dopo la morte del dottor Bach (1936) altri repertori sono stati studiati in varie parti del mondo. I Fiori Californiani ad es. rappresentano la prosecuzione naturale del lavoro svolto dal dott. Bach. A meta ‘ degli anni ’70 un ragazzo californiano laureato in psicologia, certo Richard Kats, inizia ad interessarsi di erboristeria e in poco tempo organizza un team di ricercatori per trovare nuove essenze floreali. Una volta scoperte le essenze venivano preparate esattamente come i Fiori di Bach.

Nel frattempo Richard Kats incontra la sua futura moglie, Patricia Kaminsky, a sua volta fitoterapeuta e floriterapeuta, insieme iniziano una collaborazione che li portera’ nel 1979 a fondare la FES Flower Essence Society ovvero il repertorio delle 103 essenze californiane. Richard e Patricia scopriranno che i Fiori Californiani hanno una connotazione piu’ moderna, ovvero si adattano meglio alle problematiche di una vita stressante dovuta al lavoro, alla vita nelle grandi metropoli etc.

Ian White

Ian White

I Fiori Australiani invece hanno una tradizione antica, gli aborigeni australiani infatti usavano piante e fiori per curarsi cosi’ come le popolazioni antiche di tanti paesi nel mondo, basti pensare alla tradizione orientale. Ian White sin da piccolo per un’usanza famigliare tramandata di generazione in generazione accompagnava la nonna esperta di piante australiane nel Bush, ha cosi’ potuto imparare moltissimo delle loro proprieta’ benefiche. Da grande Ian e’ diventato un naturopata e ha messo a punto a partire dagli anni ’80 le 68 essenze floreali del Bush. Il territorio australiano possiede fiori di
straordinaria bellezza sia per i colori che per le forme che per le loro dimensioni e crescendo in un territorio cosi’ ricco e incontaminato non possono che possedere una grande energia. Anche i Fiori Australiani si offrono con tematiche piu’ moderne legate a squilibri emotivi o “malattie” attuali.

Questi sono due esempi di repertori floreali scoperti dopo la morte del dott. Bach. Ne esistono parecchi in tutto il mondo e i Fiori vengono preparati tutti in modo similare, la differenza sostanziale e’ che lavorano sulle emozioni a livelli diversi e quindi non si puo’ affermare che un repertorio sia meglio di un altro. Per alcune problematiche e’ consigliabile assumere contemporaneamente fiori provenienti da repertori differenti.