Astrologia e Fiori di Bach: Toro

Gentian

Gentian, in italiano Genzianella, fa parte della categoria
“Incertezza”

Il Dr. Bach nel testo originale “I dodici guaritori e altri rimedi” definisce questo Fiore cosi’:
“Per coloro che si scoraggiano facilmente. Essi possono migliorare progressivamente nella malattia o nei loro affari quotidiani, ma ogni minimo ritardo od ostacolo in questo procedere causa loro dubbi e presto li demoralizza.”

Gentian fa parte dei 12 Guaritori cioe’ dei primi 12 Fiori che il dr. Bach scopri’. Una delle intuizioni che aveva avuto il Dr. Bach era quella che ognuno dei 12 guaritori avesse caratteristiche affini ad un segno zodiacale.

Toro

Il guaritore del Toro e’ Gentian.

Pazienti, testardi, possessivi e molto generosi queste le spiccate caratteristiche dei nati nel segno del Toro. Amano molto la natura, il contatto con la terra, ed essendo dominati da Venere prediligono il buon cibo, il sesso, l’arte e le cose belle della vita. Essendo i nati nel segno persone pratiche e concrete hanno bisogno di radicarsi nella vita attraverso il possesso sia di beni materiali, sia nei confronti delle persone che amano verso cui doneranno moltissimo, ma se sfortunatamente non riescono ad ottenere cio’ che si sono prefissi o vengono delusi nelle loro aspettative puo’ subentrare un senso di frustrazione e pessimismo che li logora portandoli ad una leggera depressione e ad una totale sfiducia verso il mondo.  Gentian aiutera’ i nativi del Toro a ritrovare fiducia, sicurezza e ottimismo in tal modo potranno superare anche quei lievi disturbi gastrointestinali di origine nervosa di cui spesso soffrono quando si trovano di fronte a contrattempi ed ostacoli.

 

 

Stress e Fiori di Bach

La parola stress e’ ormai entrata a far parte delle nostre modalita’ di comunicazione, “mi stressi” o “che stress” o ancora “sono stressato” ma cos’e’ veramente lo stress?
Ci sono molteplici situazioni esterne che possono mettere alla prova il nostro equilibrio psicofisico e le sollecitazioni continue possono indurre il nostro corpo o la nostra mente a reagire in modi differenti. Ad esempio un leggero stress puo’ essere anche positivo perche’ ci fa sentire una parte emotiva che emerge solo se provocata da qualcosa, ad esempio quando dobbiamo sostenere una prova gratificante che ci crea ansia il livello di stress sale, discutere la tesi di laurea o fare un saggio o ancora iniziare un lavoro con persone sconosciute, qui si parla di un’evento in qualche modo elettrizzante e quindi un basso livello di stress che ci fa sentire vivi.
Quando invece gli eventi esterni premono su di noi con delle aspetttive troppo alte ecco che il livello di stress sale ad una soglia molto faticosa, per esempio chi e’ continuamente sottoposto a prove agonistiche o a chi deve dimostrare continuamente di essere all’altezza di un compito o chi ha subito un’intervento preoccupante o subito un’incidente.
Il pericolo vero e’ quando lo stress diventa cronico cioe’ ci logora in continuazione perche’ viviamo una situazione da cui non riusciamo ad uscire, pensiamo a quei matrimoni che si trascinano nell’infelicita’ o alla solitudine che si protrae imperterrita o alle condizioni finanziarie negative che elevano l’ansia a livelli allarmanti e cosi’ via, le cause possono essere tantissime.
Ognuno nella vita di tutti i giorni sperimenta situazioni che possono creare stress piu’ o meno elevato ma ognuno di noi reagisce con proprie modalita’ e con soglie diverse ad eventi comuni. I Fiori possono aiutare molto a stemperare l’ansia che ci opprime e sarebbe meglio utilizzare la floriterapia al primo campanello d’allarme onde evitare che il nostro disequilibrio emotivo sia talmente alto da minare anche il fisico e quindi farci ammalare.
Ci tengo a sottolineare che non esistono Fiori per lo stress ma esistono Fiori per quella reazione emotiva individuale che esprimiamo quando siamo sotto stress. In linea generale possiamo dire che durante un periodo di stress basso, circoscritto ad un’evento particolare,  potremmo vivere uno stato di ansia preventiva in questo caso potrebbe essere utile l’uso del Fiore Aspen, se invece ci sentiamo molto irrequieti e nervosi allora potremo ricorrere ad Impatiens. Se lo stress porta con se depressione c’e’ un Fiore molto importante ed e’ Mustard che togliera’ quella patina di malinconia e tristezza donando pace interiore. Quando lo stress sale ad un livello piu’ elevato allora potrebbe verificarsi un logorio del sistema nervoso che si manifesta con vere e proprie crisi di ansia e di panico non piu’ facilmente controllabili, il Fiore Rock Rose aiuta proprio a rilassare la tensione e a gestire le crisi che si verificheranno con sempre minor frequenza. Se la soglia di stress e’ stata abbondantemente superata avremo una depresione profonda che potrebbe essere migliorata con il Fiore Gorse. Questo Fiore e’ utile per chi non vede piu’ una via d’uscita, e’ sicuro che le cose non potranno migliorare perche’ ha gia’ provato tutto senza risultati. Queste sono alcune indicazioni ma potrei continuare con altri Fiori.
Importante e’ come sempre riuscire a leggersi dentro per capire veramente cosa stiamo provando e di conseguenza troveremo il rimedio floreale giusto per noi.

Il viaggio spirituale

Dovendo affrontare una situazione particolarmente dolorosa  mi e’ venuta voglia di parlare di una combinazione che si trova nel repertorio dei Fiori Australiani ed e’ “Transition”.
Questa combinazione e’ molto utile in tutti i momenti di grande cambiamento sia fisico che di vita. Pensiamo a tutte le volte che dobbiamo cambiare qualcosa di importante nella nostra vita, ci sentiamo impotenti e un po’ bloccati di fronte ad un’incognita sia che dobbiamo trasferirci in un’altro posto sia che dobbiamo iniziare un cammino di separazione o al contrario decidere di buttarci in una nuova avventura amorosa o lavorativa. Anche il fisico subisce ciclicamente dei cambiamenti importanti e spesso non siamo preparati, Transition ci aiutera’ ad affrontare al meglio queste situazioni transitorie traghettandoci con serenita’ nella nuova situazione. C’e’ una prova pero’ che e’ la piu’ importante e la piu’ difficile da superare, prima di parlarne vediamo da quali Fiori e’ composta questa combinazione:
Autumn Leaves: Questo rimedio aiuta nel passaggio dalla vita materiale alla vita spirituale.
Bauhinia: Rimedio utile per chi ha rigidita’ mentale e ha molta difficolta’ ad accettare i cambiamenti di qualsiasi tipo essi siano.
Bottlebrush: questo fiore da’ una notevole capacita’ di adattamento e fa diventare piu’ malleabili, piu’ flessibili nell’affrontare nuove situazioni, inoltre e’ consigliato per quelle persone che non riescono a staccarsi da vecchie abitudini.
Bush Iris: Per chi ha paura della morte, la paura crea un grande attaccamento alla vita e questo Fiore aiuta a traghettarsi con serenita’ nell’aldila’.
Lichen: Questo fiore aiuta ad affrontare il cambiamento e rende piu’ facile il distacco tra corpo fisico e corpo spirituale.
Mint Bush: Utile in tutti quei casi dove c’e’ un cambiamento e ci troviamo immersi in una grande confusione mentale.
Red Grevillea: Questo rimedio aiuta a sbloccarsi, a non farsi influenzare, a prendere le proprie decisioni in modo indipendente.
Silver Princess: Questo Fiore e’ utile quando si vuole cambiare direzione alla propria vita ma non si sa quale direzione prendere.

Transition

Ma torniamo alla grande prova di cui parlavo. La piu’ impegnativa, la piu’ dolorosa prova che ci troviamo ad affrontare e’ la morte e non solo per chi la vive in prima persona ma anche per chi si trova a dover accudire e a sostenere persone care o animali alla fine della loro esistenza. Transition puo’ aiutare ed aiutarci a vivere serenamente questo momento, ad accettarlo come un passaggio verso la pace. Transition ci accompagna dolcemente in questo ultimo viaggio. La paura della morte porta ad un attaccamento alla vita e non permette di lasciarsi trasportare serenamente, Transition dona calma e tranquillita’ e permette anche alle persone affettivamente vicine di arrendersi piu’ serenamente. E’ molto indicato anche per chi deve affrontare la morte di un animale, puo’ essere molto doloroso vedere spegnersi a poco a poco il proprio cane o il proprio gatto e Transition ci aiuta a elaborare il lutto e aiuta l’animale ad arrendersi piu’ facilmente, anche quando siamo noi a decidere per loro con l’eutanasia.

L’immagine in alto e’ di Helen’s art