Bambini con la testa tra le nuvole

Alice in wonderland
Alice nel paese delle meraviglie ©

Esiste una tipologia di bambini molto particolare: i sognatori, quelli che hanno sempre la testa tra le nuvole, quelli che vivono perennemente nel loro mondo, bambini che possono giocare per ore da soli inventandosi storie fantastiche.
Il personaggio di Alice nel paese delle meraviglie ne rappresenta benissimo i tratti caratteriali. Questi bimbi hanno una grande dote, l’immaginazione, sono molto creativi, disegnano bene usando svariate tecniche e molti colori perche’ la loro realta’ se la costruiscono su misura e chi se ne importa se le case sono normalmente bianche con il tetto rosso , loro la faranno verde o viola a seconda di come saranno ispirati! Spesso hanno un’amico immaginario con cui condividono tutto, persino il letto e si arrabbiano molto se noi tendiamo a  sminuirlo. A scuola questi bambini sono molto distratti, smemorati, dimenticano sempre a casa qualcosa, sembrano lenti, sempre un po’ svagati. Fanno fatica a concentrarsi e questo li portera’ a metterci ore a fare i compiti o a memorizzare la lezione con grande perdita della pazienza da parte dei genitori! Amano le favole e tutti i personaggi che le animano, si incantano a guardare film o cartoni animati e si immedesimano in principesse o piccoli grandi eroi. Questa ricchissima vita interiore necessita del Fiore di Bach Clematis che ridara’ un po’ di concretezza al loro mondo, creando un appiglio con il presente per avere piu’ concentrazione, piu’ memoria e per far si’ che la loro immensa fantasia possa essere convogliata in maniera costruttiva.

Immagine tratta da Child Illustration

Adolescenti con la testa tra le nuvole

Magritte Il poeta dei sogni
Magritte - Il poeta dei sogni ©

L’adolescenza, come ben sappiamo, e’ una  fase della vita molto delicata ed emotivamente molto intensa, spesso si creano situazioni di vera e propria chiusura mentale e di fuga dalla realta’. Chiudersi nella propria camera ascoltando la musica e immaginarsi il proprio futuro o semplicemente quello che potrebbe accadere il giorno dopo, e’ uno dei  passatempi preferiti da parecchi ragazzi non piu’ bambini. Chi e’ genitore sa perfettamente che richiamare l’attenzione di un adolescente spesso e’ impresa assai ardua!!! Ci chiediamo dove avra’ la testa, poi basta ricordarsi per un’attimo come eravamo noi alla loro eta’ e capiamo lo stato d’animo che li attraversa. Il problema vero e’ quando anche a scuola questi ragazzi sono distratti dai loro pensieri e dimostrano scarso interesse per il presente, le ripercussioni sullo studio saranno la mancanza totale di concentrazione e il manifestarsi di una indifferenza verso la realta’ facilmente confondibile con l’apatia. In realta’ sono ragazzi con una grande sensibilita’, estrosi, creativi, il loro immaginario e’ fervido e allora aiutiamoli a far venire fuori questo splendido potenziale con il Fiore di Bach Clematis che ha  la capacita’ di far riprendere il contatto con il presente trovando nuove gratificazioni nella realta’ quotidiana, riuscendo a far convogliare l’immaginazione e la fantasia in uno scopo concreto.

Notti da incubo…

Notti da incubo...
Notti da incubo...

Notti in bianco, notti a guardare il soffitto, pensieri che vorticano incessantemente nella nostra mente, e piu’ si avvicina l’ora della sveglia piu’ ci arrabbiamo perche’ non abbiamo chiuso occhio! E gia’ sappiamo che la giornata sara’ lunghissima. Ve lo dico subito cosi’ mi levo il pensiero: non esiste un Fiore per combattere l’insonnia!
Possiamo pero’ provare ad analizzare quale emozione prevale mentre non dormiamo e che periodo stiamo attraversando.
Se ad esempio continuiamo a rimuginare su qualcosa durante il giorno e’ molto probabile che anche di notte saremo agitati e nel momento del dormiveglia ancora ripenseremo e ripenseremo…e addio sonno! Il famoso chiodo fisso si riproporra’ al mattino accompagnato da un gran mal di testa, tensione muscolare oltre ad un umore nero…In questo caso il Fiore di Bach White Chestnut controlla la mente ridonando lucidita’ di pensiero. Il lavorio mentale si placa, si smette di rimuginare e questa nuova serenita’ favorira’ certamente anche il sonno.
Ma se invece fossimo in uno stato di sovraeccitazione e massimo entusiasmo per un qualcosa di bello che deve accadere, magari un primo appuntamento d’amore o l’inizio di un nuovo progetto, in questo caso  il sonno potrebbe essere disturbato da un’iperattivita’ notturna con crampi o tensioni muscolari. Assumendo Vervain  tutta l’energia che sprigioniamo viene incanalata e le aspettative esagerate ritroveranno una giusta collocazione in modo che un’eventuale imprevisto o un contrattempo non ci faccia crollare a terra delusi.
E se invece fossimo seriamente preoccupati per qualcosa che potrebbe accadere e sono notti che non riusciamo a prender sonno o ci svegliamo prestissimo o addirittura ci svegliamo di soprassalto dopo aver fatto un’incubo, allora occorrera’ un Fiore per ritrovare la pace interiore . Aspen puo’  stemperare quell’ansia anticipatoria di eventi che in realta’ non si sono ancora manifestati.
E  ancora, se stiamo attraversando un periodo con un sovraccarico di impegni e responsabilita’ enormi ma l’idea di fermarci a prender fiato non ci sfiora perche’ pensiamo di essere indispensabili a tutti e a tutto, alla sera saremo talmente stanchi da non riuscire ad addormentarci. Il Fiore di Bach Oak ci fa aprire gli occhi sulle nostre esigenze di riposo, ci fa capire che non si puo’ continuare imperterriti a lavorare adossandosi compiti e responsabilita’ fino allo sfinimento, ci insegna a dare il giusto peso alle cose e ci dona la capacita’ di prenderci delle pause per pensare anche a noi stessi.
Potrei andare avanti cosi’ facendo il giro di tutti i 38 Fiori di Bach. Questo serve a dimostrare che non puo’ esserci un unico Fiore che va bene per tutti ma ognuno dovra’ leggere dentro se stesso per cercare di capire cosa lo rende insonne e affidarsi dolcemente al Fiore o ai Fiori indicati per lui.

Giu’ la maschera!

Giu' la maschera
Lorenzo Lippi - Donna con maschera ©

E’ Carnevale!! Mascherarsi diventa un gioco divertente per uscire dai propri panni per qualche ora, ci sono persone pero’ che la maschera la indossano tutti i giorni. In genere sono persone molto gioviali, sempre allegre con la battuta pronta che tendono a sdrammatizzare anche eventi importanti e che, per quieto vivere, non affrontano mai le discussioni, non fanno polemiche ed evitano di mettersi contro. In loro compagnia si sta bene, gli piace stare con gli amici in armonia e sono persone divertenti e simpatiche. Ma cosa si cela veramente dietro il loro sorriso? Spesso dietro la maschera di buonumore si cela un tormento, una sofferenza, un senso di solitudine che non si vuole affrontare. E’ piu’ semplice sicuramente far finta di niente e nascondersi dietro una facciata allegra per farsi accettare dagli altri piuttosto che tirar fuori il malumore o la sofferenza e risultare pesanti a chi ci sta vicino. E’ incredibile pensare che queste persone mentre ci sorridono magari hanno la morte nel cuore! Questo tener dentro la sofferenza e’ una lotta faticosissima che porta allo sfinimento e infatti questo tipo di persone facilmente puo’ cercare rifugio in dipendenze di vario tipo. Agrimony e’ il fiore consigliato per le persone che hanno questo stato d’animo, aiuta a prender coscienza di quello che non va, tira fuori il lato nascosto e obbliga in qualche modo ad affrontare i problemi. Non servira’ piu’ fare la commedia, recitare la parte, ma finalmente si avra’ la consapevolezza dei propri limiti e un nuovo equilibrio interiore donera’ pace e tranquillita’.

Nostalgia canaglia!

Nostalgia
Van Gogh - Ritratto del Dottor Gachet ©

La nostra vita e’ come un libro su cui vengono scritte pagine e pagine di storie, accadimenti e i capitoli diventano tanti man mano che diventiamo adulti. Succede che certe esperienze ci rimangono cosi’ impresse che rimaniamo legati a quell’ istante, a quel ricordo ormai lontano ma altre volte quel ricordo fa male e vorremmo tornare indietro presi dal rimorso per poter cambiare situazioni ormai irreversibili. Spesso rimaniamo ancorati a momenti piacevoli per lenire il vuoto o la sofferenza del presente, capita a chi perde qualcuno e rimanendo soli si cominciano a rivivere i momenti piu’ belli attraverso foto o lettere, quando ancora se ne scrivevano! Molte persone anziane rimaste vedove vivono in questa perenne nostalgia e non riescono piu’ a godersi la realta’ poiche’ sono sempre proiettati in una vita precedente. Tutti almeno una volta abbiamo sentito la fatidica frase “ai miei tempi si stava meglio”, magari e’ anche vero che una volta il mondo era migliore ma rimuginare sul passato non migliora sicuramente la nostra vita attuale. Ed ecco allora venire in nostro aiuto un Fiore di Bach: Honeysuckle.
Questo Fiore e’ consigliato per chi tende a idealizzare il passato e non si accorge che il presente continua a scorrere con infinite nuove possibilita’. Le persone che hanno bisogno di Honeysuckle sono ancorate al passato, ai momenti in cui erano realizzate e felici, sono persone malinconiche, talvolta con la lacrima facile. Nello stato positivo queste persone possono riprovare piacere nella realta’ quotidiana e riescono ad affrontare il futuro con serenita’ e speranza.

13 Febbraio 2012: nasce Rimedi Floreali

Rimedi FlorealiQuesto blog nasce con l’intento di divulgare le meravigliose proprieta’ che una  terapia con i Fiori ci regala. Avere la possibilita’ di curare le proprie emozioni con un metodo dolce, naturale e non invasivo e’ un dono della natura.
Parlero’ delle mie esperienze dirette  per fornire degli spunti a chi pensa di trovarsi in situazioni analoghe, fermo restando che  il mondo delle emozioni e’ talmente ricco di sfumature che non esiste una ricetta precostituita per ogni tipo di comportamento emotivo.
Chi vorra’ partecipare alle discussioni con commenti o domande sara’ il benvenuto perche’ e’ solo attraverso lo scambio di informazioni reciproche che possiamo realmente capire quanto i fiori possono cambiare la nostra vita.

Paura di volare…

Paura di volare
Paura di volare

Spesso mi chiedono se esiste un fiore in grado di far passare la paura di viaggiare in aereo. Tante persone sono in qualche modo obbligate a spostarsi via aerea per lavoro, altre persone sono costrette a rinunciare a viaggiare in posti lontani perche’ solo l’idea di affrontare un volo li terrorizza. Io rispondo sempre che non c’e’ un fiore dedicato a questo problema ma che analizzando l’emozione che ci impedisce di salire su un aereo possiamo superare il blocco, la paura o il malessere. Ho viaggiato parecchio in aereo e trovo sia un modo meraviglioso di spostarsi per il mondo quindi perche’ doverci rinunciare?
La sensazione piu’ frequente e’ quella di un assoluto terrore accompagnato talvolta da un vero e proprio attacco di panico con sudorazione, tachicardia e angoscia, in questo caso Rock Rose (Fiore di Bach) aiuta a ritrovare la calma e il coraggio nell’affrontare il volo. Alcune persone sono invece tranquille fino al momento in cui si siedono nella poltrona dell’aereo e da li’ in poi e’ un’escalation di ansia che porta proprio a perdere il controllo manifestando malesseri di varia natura come mal di stomaco, nausea e capogiri, ampliati dall’idea di non poter piu’ scendere ed essere obbligati a vivere per qualche ora in uno spazio limitato.
Cherry Plum e’ il Fiore di Bach che ridona autocontrollo e lucidita’ per affrontare la situazione.
Questi sono casi di emozioni molto forti, alcune persone potrebbero essere solo tese all’idea di prendere l’aereo e allora si puo’ intervenire con Mimulus se la paura e’ concreta e conosciuta, con Aspen se la paura e’ per l’incognita del viaggio ossia del non sapere cosa ci si aspetta.
L’assunzione del mix con il Fiore o i Fiori dovra’ cominciare qualche giorno prima del viaggio aereo con la normale somministrazione di 4 gocce per 4 volte al giorno distanziate nell’arco della giornata e continuare per la durata del volo.
In alternativa puo’ essere utile tenere a portata di mano il Rescue Remedy da prendere se il panico arriva all’improvviso, 4 gocce ogni 15/30 minuti.
La soluzione migliore e’ comunque quella di trovare il Fiore che meglio risponde al nostro stato d’animo.
Nel repertorio dei Fiori Australiani troviamo Crowea che ha un notevole effetto rilassante e tranquilizzante, dona calma e ridona equilibrio e pace interiore. Anche in questo caso e’ consigliato assumere il fiore qualche giorno prima del viaggio e per tutta la durata del volo con le modalita’ dei fiori australiani cioe’ 7 gocce mattina e sera.

Quanta timidezza!!

Quanta timidezza!
Quanta timidezza!

Affrontare nuove situazioni , relazionarsi con persone con cui non si ha confidenza, entrare in ambienti sconosciuti possono essere ostacoli insormontabili , dei macigni che bloccano i bambini in uno stato di estrema introversione. Conosco bene il problema perche’ una delle mie figlie ha questa caratteristica caratteriale. Qui non si tratta infatti di un comportamento transitorio, ma di una parte del nostro carattere che puo’ bloccare la normale vita di relazione. Quando i bambini sono molto piccoli la timidezza puo’ essere scambiata per tranquillita’ , ma entrando nell’eta’ scolare cominciano ad emergere le prime avvisaglie. L’ impatto con le maestre e i compagni diventa insostenibile e la prima reazione visibile e’ il classico pianto prima di andare a scuola o appena arrivati in classe. Ma da genitori pensiamo che sia assolutamente normale che un bambino di 3 o 4 anni si comporti cosi’ e cerchiamo di rassicurarli tutte le mattine fino a che apparentemente sembrano accettare di stare a scuola. Ma non sono mai rilassati, parlano poco in classe e le maestre ci dicono che sono molto timidi. Pazienza diciamo noi, e’ il loro carattere!! Quando pero’ a 6 anni comincia la scuola, il problema si ripresenta ancora piu’ forte. L’impatto con la scuola elementare e’ molto diverso perche’ subentrano delle nuove aspettative riguardo il rendimento scolastico, ogni giorno i bambini vengono messi alla prova e tutto questo in un carattere introverso crea ancora piu’ insicurezza e quindi chiusura. Mia figlia durante le prime due settimane di scuola, piangeva tutte le mattine da quando arrivava a scuola e per parecchie ore della giornata, in poco tempo con l’ausilio dei Fiori ho risolto il problema e lei ora va a scuola davvero serena.
Vediamo allora quali possono essere i rimedi floreali che possono aiutare questi fragili bambini a diventare dei leoncini coraggiosi!!

Nel repertorio dei Fiori di Bach un grande aiuto ci viene da Mimulus. Questo fiore infonde coraggio, rassicura, toglie le paure di origine conosciuta. I bambini saranno meno timidi, piu’ sicuri nel gestire le loro debolezze e le loro paure. Singolarmente poi bisognera’ valutare quali altre emozioni correlate emergono, ad esempio alcuni bambini che non riescono a separarsi dalla mamma o dal papa’ potrebbero aver bisogno anche di Red Chestnut, altri che non riescono a controllare le loro emozioni e scoppiano in un pianto inconsolabile potrebbero aver bisogno anche di Cherry Plum.

Nel repertorio dei Fiori Australiani troviamo Dog Rose, un Fiore utilissimo per riequilibrare una personalita’ emotiva, timida, timorosa, fragile che ha bisogno di continue rassicurazioni.

Le emozioni dei bambini

emozioni bambiniLa capacita’ di un bambino di relazionarsi con il mondo esterno e’ una delle cose che impensierisce spesso i genitori. I bambini sono istintivi e a volte assumono atteggiamenti che a noi adulti sembrano fuori luogo ed esagerati, ma e’ il loro unico modo di attirare la nostra attenzione, e chi ha figli lo sa, c’e’ da perderci la testa! Ma il nostro fine e’ quello di aiutarli a crescere creando un buon equilibrio per fargli affrontare con serenita’ le loro paure e le loro incertezze.
I bambini nel loro percorso di crescita entrano spesso in collisione con la famiglia, con la scuola, con gli amici. La loro piccola vita e’ un continuo adattarsi, un continuo cambiamento per poter imparare a diventare autonomi:  quanti stati d’animo sperimentano,  quanta fatica per diventare grandi! I bambini sono molto ricettivi e i Fiori possono fare molto per loro. Impariamo a capire i loro bisogni, impariamo ad osservarli con un occhio piu’ attento e proviamo a chiederci cosa c’e’ dietro uno stato di malessere. Una volta assunti i Fiori, e’ incredibile ma saranno loro stessi a ricordarsi di prenderli!