Self-love

Mi piace molto come suona questa parola inglese self-love, mi porta a pensare al concetto di amare se stessi che è alla base di un buon equilibrio interiore e di buone relazioni con il prossimo. La corrispettiva italiana invece e’ “egocentrismo” che richiama alla mente un modo di essere negativo, una persona che vuole accentrare l’attenzione su di sè, incapace di ascoltare il prossimo. Queste persone pensano probabilmente di essere le uniche ad avere situazioni negative da risolvere e non esiteranno a riempire la testa della prima vittima che incontreranno sul loro cammino con tutti i loro problemi. Sono persone profondamente sole, incapaci di dare ascolto al proprio io interiore e che hanno bisogno di un qualsiasi interlocutore perchè solo così possono sentirsi amate. Oltre a non ascoltare se stessi gli egocentrici non riescono assolutamente ad ascoltare gli altri quindi prima o poi vengono allontanati perchè non riescono ad instaurare nessuno scambio relazionale con il prossimo, la loro unica modalità è quella di soffocare chi hanno davanti con la loro logorrea e invadenza. Cercano continuamente compagnia perchè sono terrorizzati dal vuoto della solitudine. Il Fiore di Bach che aiuta queste personalita’  così pedanti e lamentose e’  Heather. L’azione del Fiore apre la persona alla capacità di ascoltare anche i bisogni degli altri, alla capacità di empatia, di tolleranza e rispetto per le esigenze di chi ci sta accanto. Queste persone così bisognose di amore e attenzione potranno così sperimentare quale meravigliosa sensazione sia di poter accogliere e amare il prossimo in modo incondizionato e amare se stesse in modo da non aver bisogno di continue conferme esterne. E torniamo allora alla nostra parola inglese self-love ricordandoci che amare se stessi non significa egoismo ma il modo migliore per imparare ad amare anche gli altri.

Stress e Fiori di Bach

La parola stress e’ ormai entrata a far parte delle nostre modalita’ di comunicazione, “mi stressi” o “che stress” o ancora “sono stressato” ma cos’e’ veramente lo stress?
Ci sono molteplici situazioni esterne che possono mettere alla prova il nostro equilibrio psicofisico e le sollecitazioni continue possono indurre il nostro corpo o la nostra mente a reagire in modi differenti. Ad esempio un leggero stress puo’ essere anche positivo perche’ ci fa sentire una parte emotiva che emerge solo se provocata da qualcosa, ad esempio quando dobbiamo sostenere una prova gratificante che ci crea ansia il livello di stress sale, discutere la tesi di laurea o fare un saggio o ancora iniziare un lavoro con persone sconosciute, qui si parla di un’evento in qualche modo elettrizzante e quindi un basso livello di stress che ci fa sentire vivi.
Quando invece gli eventi esterni premono su di noi con delle aspetttive troppo alte ecco che il livello di stress sale ad una soglia molto faticosa, per esempio chi e’ continuamente sottoposto a prove agonistiche o a chi deve dimostrare continuamente di essere all’altezza di un compito o chi ha subito un’intervento preoccupante o subito un’incidente.
Il pericolo vero e’ quando lo stress diventa cronico cioe’ ci logora in continuazione perche’ viviamo una situazione da cui non riusciamo ad uscire, pensiamo a quei matrimoni che si trascinano nell’infelicita’ o alla solitudine che si protrae imperterrita o alle condizioni finanziarie negative che elevano l’ansia a livelli allarmanti e cosi’ via, le cause possono essere tantissime.
Ognuno nella vita di tutti i giorni sperimenta situazioni che possono creare stress piu’ o meno elevato ma ognuno di noi reagisce con proprie modalita’ e con soglie diverse ad eventi comuni. I Fiori possono aiutare molto a stemperare l’ansia che ci opprime e sarebbe meglio utilizzare la floriterapia al primo campanello d’allarme onde evitare che il nostro disequilibrio emotivo sia talmente alto da minare anche il fisico e quindi farci ammalare.
Ci tengo a sottolineare che non esistono Fiori per lo stress ma esistono Fiori per quella reazione emotiva individuale che esprimiamo quando siamo sotto stress. In linea generale possiamo dire che durante un periodo di stress basso, circoscritto ad un’evento particolare,  potremmo vivere uno stato di ansia preventiva in questo caso potrebbe essere utile l’uso del Fiore Aspen, se invece ci sentiamo molto irrequieti e nervosi allora potremo ricorrere ad Impatiens. Se lo stress porta con se depressione c’e’ un Fiore molto importante ed e’ Mustard che togliera’ quella patina di malinconia e tristezza donando pace interiore. Quando lo stress sale ad un livello piu’ elevato allora potrebbe verificarsi un logorio del sistema nervoso che si manifesta con vere e proprie crisi di ansia e di panico non piu’ facilmente controllabili, il Fiore Rock Rose aiuta proprio a rilassare la tensione e a gestire le crisi che si verificheranno con sempre minor frequenza. Se la soglia di stress e’ stata abbondantemente superata avremo una depresione profonda che potrebbe essere migliorata con il Fiore Gorse. Questo Fiore e’ utile per chi non vede piu’ una via d’uscita, e’ sicuro che le cose non potranno migliorare perche’ ha gia’ provato tutto senza risultati. Queste sono alcune indicazioni ma potrei continuare con altri Fiori.
Importante e’ come sempre riuscire a leggersi dentro per capire veramente cosa stiamo provando e di conseguenza troveremo il rimedio floreale giusto per noi.

Alla ricerca della perfezione…

Autodisciplina, eccessivo senso del dovere, rigore, sono alcune delle caratteristiche che contraddistinguono le persone troppo rigide che perseguono la perfezione a tutti i costi.

Bach a tal proposito dice:
“Coloro che sono molto rigidi nel proprio modo di vivere. Essi si negano molte gioie e piaceri della vita perché ritengono che potrebbero interferire con il loro lavoro. Sono dei severi giudici di se stessi. Vogliono essere sani, forti, dinamici e fanno qualunque cosa ritengano li possa mantenere così. Essi sperano che il loro esempio inciterà gli altri ad adottare le loro idee per poter essere di conseguenza migliori.” 

Stiamo parlando di Rock Water, ovvero Acqua di Roccia, unico dei 38 rimedi scoperti dal Dott.  Bach a non essere un Fiore. L’acqua di roccia e’ acqua di sorgente, scorre in alta montagna, e’ fredda, gela, questo ci dice molto dell’abbinamento con persone altezzose, distanti, inamovibili, persone che cercano la perfezione perche’ vogliono essere di esempio per gli altri ma cosi’ facendo si allontanano perche’ hanno paura del confronto. Mi vengono in mente quelle donne ossessionate dalla dieta che seguono peraltro rigidamente perche’ devono essere in forma perfetta, oppure quegli uomini che si ammazzano di esercizi in palestra per avere i muscoli perfetti. La rigidita’ puo’ essere mentale e spaziare in vari campi e in vari atteggiamenti, ma puo’ manifestarsi anche fisicamente con posture contratte nella seduta con la schiena dritta allo schienale. Il compito di Rock Water e’ quello di insegnare a lasciarsi andare, ad adattarsi, ad essere piu’ morbidi e indulgenti con se stessi e di conseguenza con gli altri. Puo’ pero’ anche essere utile al contrario a chi non riesce a darsi una disciplina e alle persone che hanno bisogno di una maggiore determinazione.

L’estate sta finendo…

L'estate sta finendo...
L'estate sta finendo...

Le vacanze stanno finendo e dopo aver girovagato un po’ di qua e un po’ di la’, rieccomi qui a parlarvi di Fiori. Il rientro nelle abitudini e nella routine pero’ e’ sempre troppo faticoso da affrontare e anche se sono armata delle piu’ buone intenzioni mi sento proprio come se volessi rimandare questo fatidico momento molto, molto piu’ in la’. Eppure, mi dico, dovrei sentirmi riposata, motivata, appagata e non cosi’ priva di entusiasmo ma allora cosa c’e’ che non va? Rallentare i propri ritmi gratifica molto, ad esempio in periodi di vacanza possiamo svegliarci quando il nostro corpo e’ riposato e biologicamente ci dice che possiamo svegliarci, viceversa normalmente puntiamo la sveglia ad un’ora prestabilita e non importa se abbiamo dormito quattro o sei o otto ore, dobbiamo alzarci e mettere in moto l’organismo in fretta. In vacanza non abbiamo orari prestabiliti quindi possiamo allungare i tempi del pranzo e della cena, mangiare quando ci va e non dobbiamo scadenzare la giornata con impegni improrogabili. I momenti di relax ce li concediamo quando piu’ ne abbiamo voglia. Diciamo che per tornare nei ranghi del quotidiano occorre una bella spinta e il Fiore di Bach Hornbeam e’ cio’ che serve per ridarci vitalita’ ed entusiasmo, in pratica ci ricollega alla nostra vita dopo un periodo di sospensione sia esso breve come un weekend o piu’ lungo come un periodo di malattia o di vacanza. Normalmente Hornbeam e’ indicato per chi ad esempio ha la sindrome del lunedi’ mattina cioe’ per chi all’idea di rientrare al lavoro, gia’ dalla domenica inizia ad essere stanco mentalmente, demotivato e si sente soffocare dalla routine cadendo in una sorta di apatia. Hornbeam e’ per chi rimanda i propri impegni, per chi si alza la mattina e si sente gia’ stanco, ma nonostante tutto porta a compimento i propri doveri anche se senza entusiasmo ed interesse.

In vista degli esami…con i Fiori di Bach

Esami
Esami

Le scuole hanno chiuso i battenti e per molti arriva il tempo degli esami, siano essi di terza media o di maturita’ o ancora esami a settembre. Come ottenere il massimo aiuto dai Fiori? Analizziamo i vari aspetti che possiamo incontrare durante questi periodi di estremo stress:
-Non riusciamo a studiare perche’ abbiamo la testa nel pallone, poca concentrazione, siamo dispersivi e anche sonnolenti. In nostro aiuto c’e’ il Fiore di Bach Clematis che aumenta la concentrazione, rende svegli e ben presenti e da’ concretezza nello studio.
-Non riusciamo a memorizzare nulla, rileggiamo piu’ e piu’ volte le stesse cose ma non entrano in testa, proviamo a fare una traduzione o un esercizio di matematica o di analisi grammaticale ma ci rendiamo conto che facciamo sempre lo stesso errore. In nostro aiuto c’e’ il Fiore di Bach Chestnut Bud che aumenta la memoria e fa si’ che non si ricada negli stessi errori imparando semmai da questi ad andare avanti migliorando il rendimento.
-Quando invece c’e’ un blocco nella volonta’ di mettersi a studiare, una sorta di apatia nell’affrontare i compiti rimandando sempre a dopo, il Fiore di Bach Wild Rose toglie quella sensazione di rassegnazione e di torpore facendo scorrere di nuovo quell’energia vitale in grado di farci superare gli ostacoli.
-Se il problema invece deriva dalla mancanza di autostima e continuiamo a ripetere che non saremo mai capaci di superare gli esami perche’ non siamo in grado, perche’ non impariamo nulla, perche’ non ci ricordiamo nulla, perche’ gli altri sono piu’ bravi di noi, allora Larch e’ il Fiore di Bach che fa per noi.
-Quando e’ la paura invece a farla da padrone e l’ansia prende il sopravvento allora sara’ meglio affidarci al Fiore di Bach Mimulus per ritrovare calma, serenita’ e coraggio sopratutto per chi e’ timido e ha difficolta’ a parlare in un esame orale.
-Se ci sentiamo molto stanchi e affaticati e ci sembra di non riuscire a fare tutto in tempo nonostante stiamo giorno e notte sui libri allora il Fiore di Bach Elm ci rendera’ tutto piu’ facile facendoci sentire piu’ leggero il carico di lavoro che dobbiamo affrontare e ridando il giusto valore al tempo che abbiamo a disposizione.
Queste che ho citato sono le situazioni piu’ frequenti che ho potuto riscontrare in chi deve affrontare esami scolastici, resta il fatto che altri Fiori potrebbero essere adatti ad altre emozioni legate all’argomento studio perche’ ognuno di noi affronta le situazioni in modo diverso. Questi comunque sono degli ottimi aiuti. Aggiungerei il Fiore di Bach Olive per combattere la stanchezza fisica e mentale e arrivare all’esame con la giusta energia e lucidita’.

Entusiasmo e Passione…

 

Entusiasmo e passione
Entusiasmo e passione

Queste persone si riconoscono immediatamente perche’ cercano di coinvolgere con il loro smisurato entusiasmo tutte le persone che gli stanno intorno ed  e’ molto difficile resistergli. Sono dei grandi trascinatori, degli idealisti, hanno un’energia infinita nel portare avanti le loro idee e  i loro progetti. Mi piace paragonarli  ad un fuoco che brucia perche’ vivono in uno stato di eccitazione continua e questo porta loro un grande dispendio di energie. Non sopportano le ingiustizie e si fanno paladini delle cause perse, cercano di convertire gli altri alla loro visione della vita, sono persone testarde, molto nervose e spesso proprio per questo motivo soffrono di insonnia. Sono ottimi compagni di lavoro perche’ sono vulcani di idee e trascinano gli altri nei loro progetti. Anche nella malattia o di fronte a situazioni difficili non demordono, vanno avanti a testa alta per arrivare alla meta che si sono prefissi. Da questa descrizione si potrebbe dedurre che non ci sia bisogno di alcun Fiore, ed e’ cosi’ se queste persone non trascendono nel loro stato di eccessiva presunzione nel voler cambiare le idee altrui, altrimenti attraverso il Fiore di Bach Vervain si puo’ ridimensionare questa tensione emotiva, questo atteggiamento di persone che vogliono rivoluzionare il mondo con le loro idee, l’entusiasmo sara’ piu’ equilibrato, piu’ contenuto, le energie saranno convogliate in progetti piu’ costruttivi e con possibilita’ effettiva di realizzazione, Vervain terra’ a bada l’irrequietezza e il nervosismo. Le persone con spiccate qualita’ Vervain potrebbero essere degli ottimi insegnanti perche’ sono in grado di stimolare gli altri con il loro entusiasmo, ma potrebbero essere anche dei politici, o attivisti nel volontariato o in enti ambientalisti.

Un dolore che sale che sale…

 

ophelia
Ophelia ritratta da John William Waterhouse

Una sensazione di dolore che sale dal profondo dell’anima e fa cadere in una disperazione totale, e’ stata definita la notte buia dell’anima, e’ un tunnel che condiziona la vita e da cui non si trova la forza di uscire perche’ si e’ persa la speranza e si tende ad isolarsi sempre di piu’ dal mondo angosciati e sofferenti. Queste emozioni scaturiscono di solito in seguito ad un avvenimento molto doloroso, ad una trasformazione radicale della propria vita che crea sofferenza e autodistruzione perche’ non si accetta. Le persone che vivono questo immenso dolore tendono a nasconderlo agli altri, hanno provato a lottare ma alla fine si sono dovute arrendere perdendo ogni speranza nel futuro. Il Fiore di Bach Sweet Chestnut riporta luce nella vita di queste persone, lenisce il dolore facendo ritrovare la forza per andare avanti, per risollevarsi dalla disperazione. Dona serenita’ togliendo quel manto oscuro che si era posato sull’esistenza, aiuta nel cambiamento profondo e nell’accettazione di un nuovo destino.

Nel repertorio dei Fiori Australiani Waratah e’ il fiore che aiuta a riportare la luce nell’anima, e’ legato alla disperazione profonda e alla sofferenza quando e’ cosi’ grande da non riuscire a trovare una via d’uscita. Waratah aiuta a reagire, aumenta il coraggio e lo spirito di sopravvivenza.

 

Sconfortati e Pessimisti…

pessimismo
Sconfortati e Pessimisti...

Succede qualcosa e il mondo crolla, non si e’ piu’ capaci di guardare le cose con obiettivita’ perche’ lo sconforto prende il sopravvento cosi’ come una depressione che rende vulnerabili e incapaci di lottare. Le persone pessimiste vivono una sorta di mancanza di fede, non in senso religioso ma nel senso della fiducia verso la vita, al minimo contrattempo si fanno prendere dalla tristezza e dalla malinconia, e la frustrazione non fa altro che provocare altro scetticismo e sconforto. Queste persone sono consapevoli che potrebbe esserci una via d’uscita, ma basta un imprevisto che tornano con il morale a terra. Il Fiore di Bach Gentian aiuta a non essere piu’ cosi’ negativi, infonde coraggio nell’ andare avanti, ridona fiducia. Le persone che vivono queste emozioni di  sconforto hanno in realta’ la capacita’ di riprendersi in fretta quando le cose sembrano andare meglio, assumendo Gentian potranno ritrovare quella fede e quella positivita’ nella vita che li aveva momentaneamente abbandonati.

Nel repertorio dei Fiori Australiani troviamo Sunshine wattle, e’ il Fiore che ridona ottimismo,  speranza nel futuro e fa vivere con positivita’ il presente. E’ indicato per quelle depressioni leggere dovute per esempio al cambio di stagione, perche’ irradia interiormente una nuova luce.

Gli Ipercritici!

Bette Davis e Joan Crawford
Bette Davis e Joan Crawford nel film "Che fine ha fatto Baby Jane?"

Trovarsi accanto ad una persona che sta attraversando uno stato di intolleranza e ipercritica e’ molto difficile da sopportare! Queste persone sembrano arrabbiate con il mondo, non fanno altro che criticare tutto e tutti, sono sprezzanti, presuntuose, saccenti e indisponenti. Sono persone pignole che cercano il pelo nell’uovo, giudicano gli errori degli altri in modo troppo rigoroso. Ma cosa c’e’ dietro tutta questa ostilita’? In realta’ le persone che vivono emozioni cosi’ negative  hanno in dono un grande senso della giustizia e un’ottima capacita’ analitica. Per trasformare il loro caratteraccio in un’atteggiamento tollerante, comprensivo e positivo possiamo avvalerci di un Fiore di Bach: Beech. Questo fiore  insegna a guardarsi dentro accettando i propri difetti e le proprie debolezze, in tal modo si potranno accettare anche i lati deboli degli altri. E’ probabile che le persone che vivono questo stato emotivo soffrano di irrigidimenti della schiena o della cervicale per via dell’atteggiamento intransigente che li caraterizza, assumendo Beech riusciranno a relazionarsi con gli altri senza piu’ dare giudizi taglienti e lapidari e saranno persone piu’ comprensive e piu’ piacevoli perche’ avranno imparato che la loro capacita’ di giudizio potra’ essere utile al prossimo e non distruttiva.

Gli incerti!

Frances MacDonald - The Choice 1909
Frances MacDonald - The Choice 1909 ©

Non fidarsi delle proprie intuizioni e quindi chiedere consiglio a tutti, questo e’ l’atteggiamento tipico delle persone incerte ma anche molto curiose. Cercano sempre tante risposte perche’ non riescono a decidersi e a convincersi da soli, se devono comprare qualcosa faranno prima un’infinita’ di domande ad amici, parenti, alla commessa o al commesso di turno e poi…non compreranno nulla perche’ dovranno pensarci su…oppure compreranno un sacco di cose inutili e non quella che gli serve davvero! Queste persone essendo, come ho detto prima, molto curiose potrebbero iniziare tanti corsi e non finirne uno, hanno stimoli continui dall’esterno e non sanno dove andare a parare. Sono molto volubili ed anche quando riescono ad arrivare ad una soluzione vengono colti da mille dubbi. Cerato e’ il Fiore di Bach in grado di dare piu’ sicurezza interiore per poter decidere con la propria testa. Questo rimedio aiuta a non lasciarsi influenzare dagli altri evitando cosi’ di dare troppa importanza all’opinione altrui, aumenta la parte intuitiva e permette di incanalare tutte le informazioni raccolte in qualcosa che abbia un senso costruttivo.